Comunità Immigrati Ruah Onlus

Dall’antico testamento arriva il nome Ruah, dall’ebraico “soffio, spirito”.

Questa parola è condivisa dalla religione ebraica, da quella cristiana e quella islamica. Torniamo alle radici dei libri sacri per elaborare una filosofia comune d’agire: la nostra responsabilità verso gli uomini e le donne che incontriamo e verso ciò che ci circonda.

Comunità Immigrati Ruah Onlus opera sul territorio di Bergamo dal gennaio del 1991, quando si iniziò ad offrire accoglienza ai primi cittadini africani, senegalesi e ghanesi, da poco arrivati a Bergamo. A seguire, vennero accolti ospiti albanesi sbarcati sulle coste italiane in seguito alla crisi economica che aveva colpito l’Albania in quel periodo. Da allora i passi compiuti dalla Comunità Ruah sono stati molti: con il passare del tempo e dell’esperienza acquisita, sono stati aperti numerosi servizi sia per sostenere il percorso migratorio dei propri ospiti, sia per portare sul territorio il proprio lavoro. Questi servizi sono stati il bagaglio prezioso consegnato alla Cooperativa Ruah, nata nel 2009.

Oggi la Comunità Immigrati Ruah Onlus è l’Associazione a cui si riferiscono tutti i volontari che prestano il loro tempo a sostegno alle attività svolte.

Accogliere e ascoltare lo “straniero” non sono solo la capacità di comprendere il contenuto di una comunicazione e neppure un semplice interesse dell’altro, ma un atto creativo che si instaura tra “stranieri”.
Un atto che non si esaurisce con l’acquisizione di informazioni utili, ma che richiede la capacità di condivisione e di ascolto del racconto di sè, della storia di ciascuno, un atteggiamento che lascia spazio all’altro in noi stessi, e qualcosa allora avviene in noi.

I volti degli immigrati, come di tutti coloro che soffrono o faticano nel cammino della vita, non ti lasciano scampo. Sono volti che scavano nel profondo del tuo essere, che la tua memoria non potrà mai cancellare perchè ormai fanno parte di te.

Con questi volti i nostri si confrontano e confondono, nella fatica e gioiosa scoperta che è possibile costruire la casa di tutti, segno di anticipazione del futuro.

E la Comunità Ruah non si limita a prendere in carico problemi, ma persone, con un progetto di integrazione, di autonomia individuale, di diritto agli affetti, al proprio credo religioso, da accompagnare senza deresposabilizzare.

Giulio Baroni, presidente di Comunità Immigrati Ruah Onlus

Contatti Comunità Ruah

Presidente dell’Associazione
Giulio Baroni
comunitaruah@gmail.com

c/o Patronato S. Vincenzo –
via Gavazzeni, 3 – 24125 Bergamo